Il 22 maggio con ITER, l’Escape Room Urban Green per gli studenti

Il 22 maggio, ITER Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile, in collaborazione con le Biblioteche Civiche Torinesi, organizza un pomeriggio all’aria aperta al Mausoleo della Bela Rosin nell’ambito del programma proGIreg, progetto europeo che sperimenta soluzioni basate sulla natura per la riqualificazione delle città. L’iniziativa rappresenta il momento finale del percorso compiuto durante l’anno scolastico da Scuole dell’Infanzia e Primarie del quartiere Mirafiori.

“A scuola di orto” è il nome della giornata, durante la quale sono esposti gli orti in cassetta realizzati dalle bambine e dai bambini durante i laboratori sulla natura incentrati sull’importanza degli insetti impollinatori, in particolare farfalle e api, essenziali per rendere l’ambiente urbano più compatibile con la vita delle persone.

Alla Bela Rosin è ospitata anche l’Escape Room Urban Green, esperienza di gioco collaborativo dedicata in questa occasione agli studenti delle scuole coinvolte: che si cimenteranno nel salvataggio delle api, possibile solo grazie alla risoluzione di enigmi e collaborando nella ricerca della soluzione.

ITER – Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile dei Servizi Educativi della Città ha scelto di includere l’attività dell’Escape Room nell’evento conclusivo dedicato alle scuole coinvolte nel progetto proGIreg con l’obiettivo di coinvolgere le giovani generazioni, anche con modalità non convenzionali, nella conoscenza di importanti tematiche per migliorare l’ecosistema urbano.

Un’emergenza del qui e ora: – 80% dell’impollinazione, in Italia, nel 2021

In Italia il 2021 si è registrato un record negativo di impollinazione e produzione di miele: quasi l’80% in meno rispetto alla media nazionale storica.

Questo indicatore è un alert molto preoccupante: le api hanno una funzione fondamentale nel garantire la salute dell’habitat e la biodiversità. Dalla loro azione quotidiana di impollinazione dipendono quasi l’80% delle specie vegetali spontanee, quasi 350 mila contro le sole 200 coltivate. L’inquinamento, i cambiamenti climatici, la cementificazione, lo sfruttamento insostenibile delle risorse, l’uso massiccio di sostanze chimiche nell’agricoltura, stanno mettendo a repentaglio un delicato ecosistema, in cui come sempre gli esseri umani estraggono energia e non la rimettono in circolo. La morte delle api è causata da tutti questi elementi, combinati insieme. I terreni sono sempre più aridi, a fronte di un fenomeno di tropicalizzazione con fenomeni massivi di acqua e lunghi periodi di siccità. Piante secche=meno fiori=carestia per gli impollinatori. E se le api muoiono, la biodiversità è in pericolo, e così lo è anche la vita umana.

Gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda Onu 2030

L’esperienza di gioco Urban Green è stata progettata per sfidare i partecipanti a conoscere e cercare delle soluzioni ludiche e cooperative ad alcuni particolari Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda Onu 2030:

Obiettivo 2: Porre fine alla fame, realizzare la sicurezza alimentare e una migliore nutrizione e promuovere l’agricoltura sostenibile

Obiettivo 11: Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, flessibili e sostenibili

Obiettivo 12: Garantire modelli di consumo e produzione sostenibili

Obiettivo 15: Proteggere, restaurare e promuovere l’uso sostenibile degli ecosistemi terrestri, gestire in modo sostenibile le foreste, lotta alla desertificazione, e fermare e invertire il degrado del suolo e arrestare la perdita di biodiversità

Gioca di squadra, cambia la realtà!