Le nostre escape room

E4C Circular Economy

"La Terra fornisce abbastanza per soddisfare i bisogni di tutti, ma non l’avidità di ciascuno.”

Dalla prima rivoluzione industriale il consumo di risorse naturali è aumentato in maniera incontrollabile. In modo particolare le risorse non rinnovabili (suolo e combustibili fossili) sono in esaurimento e non abbiamo tecnologie altrettanto valide che possano provvedere allo stesso livello di consumi a cui siamo abituati oggi. In aggiunta, quasi tre miliardi di persone che vivono nei Paesi in via di sviluppo stanno incrementando la produzione per raggiungere il livello di benessere che invidiano al nord geografico del mondo, con conseguente impatto sui consumi e sull’accelerazione della crisi climatica.

La struttura economica in essere è quella cosiddetta lineare, secondo il paradigma estrai-produci-consuma-getta, in vigore da oltre duecento anni. Ci è chiaro che non potrà funzionare ancora per molto, ma non abbiamo sviluppato alternative. O forse sì…? Da oltre trent’anni economisti e scienziati di fama internazionale hanno ipotizzato un nuovo paradigma per la produzione di beni, in cui i rifiuti vengono trattati come materie prime seconde e reintrodotti in un processo produttivo a basso consumo di risorse.

Gli obiettivi del progetto sono far scoprire i segreti dell’economia circolare e sostenere il processo di transizione, in un percorso che coinvolge cittadini, aziende, enti e amministrazioni.

Questa Escape Room è stata realizzata in collaborazione con Associazione EufemiaLVIALegambiente WeMake, all’interno del progetto “Metti in circolo il cambiamento“, implementato da una rete di 12 partner: i quattro già citati insieme a Comune di Cuneo, Città di Torino, Città di Firenze, Comune di Borgo San LorenzoUnione Montana dei Comuni del Mugello (FI), Comune di Palermo, Comune di Castelbuono (PA), Confcooperative Piemonte, finanziato da AICS, Agenzia Italiana per la Cooperazione Internazionale e con il contributo della Cassa di Risparmio di Cuneo e della Cassa di Risparmio di Torino e della Commissione Europea.

 

Lavoriamo insieme al tuo prossimo progetto​